MILANO, 10 MAGGIO 2017
ORE 9.30/13
SALA SAGITTARIUS PIANO AMMEZZATO – CENTRO SERVIZI STELLA POLARE
FIERA MILANO RHO-TUTTOFOOD

Pregasi confermare a [email protected]

ORE 9.00
Registrazione partecipanti

ORE 9.30
HALAL: IDENTIFICARE IL MERCATO ED I CONSUMATORI

AnnaMaria Aisha Tiozzo, presidente, WHAD ente di CERTIFICAZIONE HALAL ITALIANO
Il mercato dei prodotti certificati ha/al: definizione del settore e trend del mercato, la certificazione ha/al per il mercato nazionale ed internazionale, posizionamento dei prodotti halal.
Cristina Liverani,-Responsabile Osservatorio Nuovi Italiani-DOXA e
Filippo lelmini, Amministratore Delegato ETNOCOM, Creative Ethnic Strategies
Il target Musulmano: presenza in Italia e aree di concentrazione, estratto socio demografico, focus sui consumi e sulla spesa alimentare del consumatore musulmano (ETNOCOM-DORA)

ORE 10.30
ROUND TABLE
VENDERE AL CONSUMATORE MUSULMANO: IL POSIZIONAMENTO DEL PRODOTTO CERTIFICATO HALAL NEI VARI SEGMENTI DELLA DISTRIBUZIONE NAZIONALE ED INTERNAZIONALE

Malek Mattar, MYOUTLET Singapore (100% halal chaines -hypermarkets )
Gerri Polidoro, responsabile commerciale Sezak, distributore halal all’ingrosso e al dettaglio
Giovanni Scacciaferro, CEO di E platForm-halal section, international b2b online piatform
Testimoniai: restaurant – hotel – ITALIA BAYTI Muslim friendly hospitality — il settore HORECA
AnnaMaria Aisha Tiozzo – moderator

ORE 11.30
ROUND TABLE: COMUNICARE AL CONSUMATORE MUSULMANO, tra CONOSCENZA, OPPORTUNITA’ E NECESSITA’ DI TUTELA.

Luca Bauccio, founder THE SHUKRAN social network
Filippo lelmini, Amministratore Delegato ETNOCOM, Creative Ethnic Strategies
Elisabetta Guolo, Studio consulenza in proprietà industriale, Bugnion S.p.A.
Testimoniai: dalla parte del consumatore
Annamaria Aisha Tiozzo – moderator

ORE 12.30
CONCLUSIONI

Filippo lelmini, Annamaria Aisha Tiozzo, Giovanni Scacciaferro
Q&A section
Presentazione progetto HALAL & GDO

IL MERCATO HALAL
Con un bacino potenziale di 1/3 della popolazione mondiale, il mercato dei prodotti ‘leciti’ per i consumatori di fede islamica conosce un incremento medio delle vendite del 12% annuo dal 2007, trainato da nuovi standard di certificazione a livello mondiale e da una maggiore attenzione del consumatore anche non musulmano, confermandosi uno dei trend più stabili del settore food and beverage.
Dalla sola carne ai piatti pronti, dal fresco al surgelato; dal prodotto etnico alle ricette italiane; dal solo food al beverage; dai generi alimentari a cosmetica e personal care, dal prodotto a marchio proprio al conto terzi: l’evoluzione del mercato appare inarrestabile ed è pronta a compiere anche gli ultimi grandi passaggi: dal piccolo negozio etnico alla grande distribuzione organizzata, dal retail al settore horeca, dall’off-line all’on-line.
In ritardo rispetto ai mercati del Sud Est Asiatico e del Medio Oriente, il mercato europeo sta diventando però uno dei più importanti per la vendita di generi alimentari HALAL & TAYYIBAN (leciti e puri, etici) invertendo la tendenza delle aziende a certificarsi solamente per l’export e spingendo la grande distribuzione organizzata alla creazione di corner specializzati o di store completamente halal.
Anche il l’Italia muove i primi passi incontro alle esigenze di un crescente numero di italiani e di turisti con esigenze alimentari dettate dal credo religioso e dalla etnia, con progetti nei settori HORECA e GDO.
La conferenza analizzerà i numeri del segmento (dati nazionali a cura di Osservatorio Nuovi Italiani DOXA), i trend a livello internazionale ed europeo, i canali di vendita on e off-line ,il profilo del consumatore musulmano e la sua capacità e preferenza di spesa, il posizionamento dei prodotti certificati halal nella GDO e negli altri canali distributivi con le relative criticità (comunicazione, tutela del marchio e credibilità) ed opportunità commerciali.
Alla testimonianza di alcuni player nazionali ed internazionali del settore, si aggiungeranno infine il punto di vista del consumatore e la presentazione di un progetto dedicato alla GDO.