Il Ministero dello Sviluppo Economico, con l’emanazione del decreto direttoriale di programmazione del 07 giugno 2022, ha stanziato 46 milioni di euro per il finanziamento dei Bandi Marchi+, Disegni+ e Brevetti+.
Attraverso i bandi il MISE intende aiutare le micro, piccole e medie imprese a sostenere le spese relative alla valorizzazione dei titoli di Proprietà Industriale.

Marchi+ 2022: tutto quello che c’è da sapere

Marchi+ è il programma di agevolazioni alle imprese del Mise dedicato a favorire la registrazione di Marchi dell’unione europea e internazionali. Ecco come approfittarne.

Finalità del bando

Sostenere le imprese di micro, piccola e media dimensione nella tutela dei marchi all’estero attraverso l’acquisizione di servizi specialistici:

  • Misura A: Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi dell’Unione europea
  • Misura B: Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi internazionali

Destinatari

Le imprese che, alla data di presentazione della domanda di agevolazione, sono in possesso dei seguenti requisiti:

  • avere una dimensione di micro, piccola o media impresa, così come definita nell’allegato 1 del Regolamento (UE) n.651/2014b;
  • avere sede legale e operativa in Italia;
  • essere regolarmente costituite, iscritte nel Registro delle Imprese e attive;
  • non essere in stato di liquidazione o scioglimento e non essere sottoposte a procedure concorsuali ed essere in regola con l’assolvimento degli obblighi contributivi attestati dal Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC);
  • non avere nei propri confronti cause di divieto, di decadenza o di sospensione di cui all’art. 67 della vigente normativa antimafia (D. Lgs. n. 159/2011 e s.m.i.);
  • non avere procedimenti amministrativi in corso connessi ad atti di revoca per indebita percezione di risorse pubbliche;
  • essere titolari del marchio oggetto della domanda di partecipazione.

I requisiti di cui al comma 1 alle lettere da b. a g. devono essere posseduti, a pena di esclusione, dal momento della presentazione della domanda sino a quello dell’erogazione dell’agevolazione.

Requisiti

Misura A

  • Aver effettuato, a decorrere dal 1° giugno 2019, il deposito della domanda di registrazione presso EUIPO del marchio oggetto dell’agevolazione e aver ottemperato al pagamento delle relative tasse di deposito;

nonché:

  • aver ottenuto la registrazione, presso EUIPO, del marchio dell’Unione europea oggetto della domanda di partecipazione. Tale registrazione deve essere avvenuta in data antecedente la presentazione della domanda di partecipazione.

Misura B

  • Aver effettuato, a decorrere dal 1° giugno 2019, almeno una delle seguenti attività:
    • il deposito della domanda di registrazione presso OMPI di un marchio registrato a livello nazionale presso UIBM o di un marchio dell’Unione europea registrato presso EUIPO e aver ottemperato al pagamento delle relative tasse di registrazione;
    • il deposito della domanda di registrazione presso OMPI di un marchio per il quale è già stata depositata domanda di registrazione presso UIBM o presso EUIPO e aver ottemperato al pagamento delle relative tasse di registrazione;
    • il deposito della domanda di designazione successiva di un marchio registrato presso OMPI e aver ottemperato al pagamento delle relative tasse di registrazione;

nonché

  • aver ottenuto la pubblicazione della domanda di registrazione sul registro internazionale dell’OMPI (Madrid Monitor) del marchio oggetto della domanda di partecipazione. La pubblicazione della domanda di registrazione del marchio sul registro internazionale dell’OMPI (Madrid Monitor) deve essere avvenuta in data antecedente la presentazione della domanda di partecipazione.

Descrizione (costi e attività ammissibili)

Misura A

  • Progettazione della rappresentazione (no marchio denominativo);
  • assistenza per il deposito (compilazione domanda marchio UE e deposito presso EUIPO);
  • ricerche di anteriorità (identità e/o similitudine);
  • assistenza legale per azioni di tutela del marchio in risposta a opposizioni seguenti al deposito della domanda di registrazione;
  • tasse di deposito presso EUIPO.

Misura B

  • Progettazione del nuovo marchio nazionale (no marchio denominativo) utilizzato come base per la domanda; internazionale depositata entro 6 mesi dal deposito della domanda di registrazione presso UIBM o presso EUIPO;
  • assistenza (compilazione domanda di marchio internazionale e deposito presso UIBM o EUIPO o presso OMPI (per le sole designazioni successive);
  • ricerche di anteriorità (identità e/o similitudine);
  • assistenza legale per azioni di tutela del marchio in risposta a opposizioni depositate da soggetti terzi successivamente alla domanda di registrazione del marchio presso OMPI e/o all’assistenza prestata di fronte agli uffici nazionali che hanno emesso il rilievo successivamente al deposito della domanda di registrazione presso OMPI;
  • tasse sostenute presso UIBM o EUIPO e presso OMPI per la registrazione internazionale.

Costi e Attività IP ammissibili

Ai fini dell’ammissibilità, tutte le spese (comprese le tasse di deposito/registrazione) di cui ai punti 1 e 2 del presente articolo, devono:

  • risultare da fatture emesse a decorrere dal 1° giugno 2019 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di partecipazione, intestate all’impresa richiedente l’agevolazione;
  • essere state sostenute a decorrere dal 1° giugno 2019 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di partecipazione dall’impresa richiedente l’agevolazione.

Fonti

Bandomarchi22.pdf (mise.gov.it)

Home | Marchi 2022 (marchipiu2022.it)


Scopri anche il il Bando Brevetti+
Scopri anche il Bando Disegni+